• News & Eventi
    • 2018
    • 2017
    • 2016
    • 2015
    • 2014
    • 2013
    • 2012
    • 2011
  • I nostri depliant
  • I nostri video
  • Approfondimenti
  • Rassegna stampa
    • 2018
    • 2014
    • 2013
    • 2012
    • 2011
    • 2010
    • 2009
    • 2008
  • Iscriviti alla Newsletter
  • Archivio Newsletter
    • 2017
    • 2016
Home > News & Approfondimenti > Approfondimenti

Coltivazione dell'orzo

Fiftymax: la tecnologia applicata all'orzo

Quattro domande e quattro risposte che possono fare la differenza!

 

1. Perché coltivare orzo?

Per liberare presto il terreno

 

Tra i cerali è sicuramente il più precoce sia da granella che da foraggio. In particolare, in questo secondo caso, permette di liberare molto presto i terreni destinati ad un secondo raccolto di mais. E' provato scientificamente che più si ritarda la semina di mais e meno si produce in termini di biomassa (e amido) per cui il fatto di anticipare la semina permette di aspirare ad ottenere le stesse produzioni di un primo raccolto.

Inoltre per i digestori risulta sempre piu’ necessario considerare la semina di un cereale autunno-vernino come con la possibilità di seminare un mais in 2° raccolto. Questa condizione consente all’azienda di distribuire il digestato in periodi invernali e di ottenere insilati in vari periodi dell’anno con conseguente ripartizione e distribuzione delle fasi lavorative, con un miglioramento del rendimento generale dell’impianto.

Ottimizzando così la resa in biogas per ettaro.

 

2. Perché seminare un miscuglio di orzi?

Per ampliare la finestra di raccolta e migliorare la qualità del foraggio

 

L’orzo è precoce ma questo lo rende più difficile da raccogliere al momento giusto. Usando due diverse varietà di orzo al 50% con una fioritura (momento delicato molto legato alle condizioni climatiche) e una maturità differita di pochi giorni, posso allargare la finestra di raccolta, avendo più possibilità di portare a casa un buon foraggio

 

3. Perché usare mix trattato?

Per massimizzare quantità e qualità della produzione

 

- Fungicida: + protezione + sviluppo vegetativo + produzione biomassa

  • Systiva: Fungicida di nuova generazione. Ottima efficacia sia sui funghi trasmessi da seme che su quelli presenti nel terreno al momento delle germinazione. Garanzia sempre di un maggior numero di piante germinate. Eccezionale controllo delle malattie fogliari che attaccano le piante precocemente (Septoriosi, Elmintosporiosi, Oidio, Ruggine Gialla)

- Insetticida: - virosi + piante + produzione granella e biomassa

  • Lotus: Insetticida sistemico con formulazione specifica per la concia industriale. Espleta un’azione di controllo molto efficace nei confronti di: Afidi e Cicaline (vettori delle Virosi), Elateridi, Zabro e altri insetti terricoli che possono attaccare le colture nella prime fasi di sviluppo

- Nutrienti: + germinazione + velocità iniziale – n° semi – dose semina

  • Teprosyn: Fertilizzante specifico sviluppato per la concia del seme. Fornisce i nutrienti essenziali sin dalla germinazione, quando l’assorbimento dal terreno è limitato dallo scarso sviluppo dell'apparato radicale. Azoto (N) = proteine (crescita); Fosforo (P) = riserve energetiche (metabolismo); Zinco (Zn) = auxine (divisione cellulare)

- Pellicolatura: + adesione dei componenti - polverosità

  • Sepiret: La formulazione di questo pellicolante garantisce un totale rispetto delle caratteristiche germinative del seme, produce una sostanziale riduzione della polverosità, un miglioramento della scorrevolezza del seme. Favorisce perfetta adesione al seme di tutti i principi attivi utilizzati

4. Perché dose?

Per una corretta gestione agronomica

 

Il prodotto va seminato a 4 ds ettaro (circa 88-90 kg ettaro)

  • La corretta densità di semina è la prima buona pratica di ogni percorso agronomico
  • Garantisce alla varietà di esprimere tutto il suo potenziale genetico e normalmente
  • Permette un risparmio nei costi
  • La dose di seme permette di mantenere un numero di culmi/mq elevata
  • Spesso un eccesso di piante è all’origine di problemi di allettamento e maggior sensibilità alle malattie fungine.

VANTAGGI DIRETTI

 

 

Caratteristiche

Vantaggi

VARIETA’

SELEZIONATE

Potenziale produttivo

Elevata produttività

Ciclo simile - sfasato

Ampia finestra di fioritura/raccolta

Duplice attitudine

Decidere in campo se fare granella o trinciato

Altezza simile

Omogeneità in campo

TRATTAMENTI

UTILIZZATI

Fungicida

Aumento piante germinate

Controllo malattie fogliari

Insetticida

Controllo delle Virosi

Protezione prime fasi sviluppo

Fertilizzante

Nutrienti essenziali prime fasi

Maggior assorbimento iniziale

Pellicolante

Maggior scorrevolezza

Minor polverosità

Maggior adesione principi attivi

Strobilurine

Potere rinverdente a Produzione

 

 

VANTAGGI COMBINATI

 

Caratteristiche

Vantaggi

Fungicida a aumento piante germinate

Fertilizzante a rapido sviluppo iniziale

Insetticida a controllo virosi

Diminuzione dose di semina

Fertilizzante a rapido sviluppo iniziale

Insetticida à controllo virosi

Anticipo semina

Anticipo raccolta

Anticipo semina primaverile (mais)

Insetticida a controllo virosi

Fungicida a controllo funghi e malattie fogliari

Eliminazione dei trattamenti

Fungicida a controllo funghi e malattie fogliari

Eliminazione danni Helmintosporium

 

 

(Massimo Cinquanta - ASA Foraggere SIVAM Spa)


CONDIVIDI:

S.I.V.A.M. Societą Italiana Veterinaria Agricola Milano S.P.A. - via 25 Aprile, 4 26841 Casalpusterlengo (LO)
iscrizione camera di commercio di Lodi - R.E.A. N° LO-1087361 - P.Iva 06290050159 - sivam@pec.sivamspa.it - info@sivamspa.it