• News & Eventi
    • 2019
    • 2018
    • 2017
    • 2016
    • 2015
    • 2014
    • 2013
    • 2012
    • 2011
  • I nostri depliant
  • I nostri video
  • Approfondimenti
  • Rassegna stampa
    • 2019
    • 2018
    • 2014
    • 2013
    • 2012
    • 2011
    • 2010
    • 2009
    • 2008
Home > News & Approfondimenti > Approfondimenti

Confettatura

Un metodo efficace per proteggere e nutrire la coltura

La Confettatura è la tecnologia che permette di racchiudere il seme in un involucro.

L’involucro può fornire alla plantula protezione, apporto nutritivo e difesa dai patogeni nelle prime fasi di sviluppo, le fasi più critiche per un buon impianto.

Il seme può esser confettato con batteri azotofissatori (RIZOBI), nutrienti, antiparassitari e fungicidi che possono apportare diversi benefici alle colture.

  • La confettatura con Rizobi è costituita dai seguenti componenti ciascuno dei quali ha il suo scopo specifico:
  • RHIZOBIUM (organismi che fissano l'azoto)
  • Carbonato di calcio

LA CONFETTATURA CON RHIZOBIUM PUO'

  • Veicolare microrganismi necessari all’assimilazione di elementi nutritivi (rizobi per leguminose). La confettatura è l’aggiunta di batteri azotofissatori (rizobi) al seme. Assicura che i batteri sono in prossimità delle radici della piantina in fase di germinazione e quindi, in grado di generare molto rapidamente un processo di nodulazione molto efficace.
  • Protezione da condizioni di stress. I materiali di rivestimento, nonché la barriera fisica creata dalla stessa confettatura, proteggere i rizobi e il seme da condizioni di basso pH. Carbonato di calcio è molto efficace nel tamponare il pH del terreno nel microambiente attorno al seme. L’intervallo di pH per il seme rivestito (6,5-7) è l’intervallo di pH ottimale per l’assorbimento dei nutrienti. Ciò è particolarmente utile quando leguminose foraggere sono seminate a spaglio.
  • Proteggere il seme da roditori, uccelli e insetti. La maggior parte dei roditori e uccelli non riconoscono il seme rivestito come cibo. La dimensione maggiore del seme e la colorazione non rendono il seme appetibile per roditori o uccelli.
  • Ridurre l’utilizzo di fertilizzanti a base nitrati. Si riducone l’immisione di sostanze chimiche potenzialmente tossiche per l’ambiente.
  • Ridurre il numero di semi duri, aumentando la facoltà germinativa immediata all’impianto per leguminose (erba medica).
  • Proteggere il seme da stress meccanici e frizioni durante la semina.

IL RIZOBIO E L’ERBA MEDICA

 

I Rizobi sono un gruppo di batteri, che normalmente si trovano nel suolo e che stabiliscono relazioni reciprocamente vantaggiose (simbiosi) con le leguminose, in particolare l’erba medica. I Rizobi formano escrescenze chiamate noduli (durante un processo detto nodulazione) sulle radici dell’erba medica, e forniscono azoto utilizzabile per le piante. In cambio, le piante forniscono una fonte di carbonio e di energia per il rizobi .

L’azoto è un nutriente essenziale per la crescita di piante sane. Anche se abbondante nell’atmosfera e nella sostanza organica del suolo, le piante non sono in grado di assimilare l’azoto in queste forme. Si può fornire alle piante azoto in una forma assimilabile aggiungendo fertilizzanti azotati al suolo oppure confettando il seme con batteri in grado di eseguire un processo chiamato fissazione dell’azoto.

La fissazione dell’azoto è il processo di conversione dell’azoto atmosferico (N2) in azoto ammoniacale (NH3) la forma inorganica che le piante possono utilizzare.

I batteri non forniscono solo azoto alle piante nodulate, ma lasciano l’azoto assimilabile in eccesso nel suolo riducendo la necessità di fertilizzanti azotati la stagione successiva.

 

 

VANTAGGI

  • Miglioramento delle condizioni nelle prime fasi dell’impianto
  • Sviluppo iniziale rapido e sicuro
  • Risparmio sulla fertilizzazione: eliminazione fertilizzanti a base di nitrati
  • Utilizzo di un sistema di fertilizzazione che rispetta l’equilibrio del terreno 
  • Miglioramento della chimica del terreno per aumento della concentrazione di azoto
  • Riduzione delle condizioni di stress da pH
  • Massimo contenuto proteico della pianta in diverse condizioni di crescita
  • Il foraggio prodotto è più ricco di proteine

Scarica_sezione_PDF
CONDIVIDI:

S.I.V.A.M. Societą Italiana Veterinaria Agricola Milano S.P.A. - via 25 Aprile, 4 26841 Casalpusterlengo (LO)
iscrizione camera di commercio di Lodi - R.E.A. N° LO-1087361 - P.Iva 06290050159 - sivam@pec.sivamspa.it - info@sivamspa.it