• News & Eventi
    • 2019
    • 2018
    • 2017
    • 2016
    • 2015
    • 2014
    • 2013
    • 2012
    • 2011
  • I nostri depliant
  • I nostri video
  • Approfondimenti
  • Rassegna stampa
    • 2019
    • 2018
    • 2014
    • 2013
    • 2012
    • 2011
    • 2010
    • 2009
    • 2008
Home > News & Approfondimenti > Approfondimenti

Approfondimenti sul progetto RuminArte

RuminArte dal principio ad oggi, tutti gli step, le ricerce, gli sviluppi e le previsioni del progetto.

 

GLI ESORDI DEL PROGETTO

 

In occasione dell’ultima fiera di Cremona SIVAM ha organizzato il convegno “I numeri del rumine” che ha visto interventi di vari relatori come Francesco Masoero, Luigi Calamari, Andrea Formigoni, Franco Gerevini e si è concluso con una tavola rotonda a cui hanno partecipato allevatori (Valter Biselli e Alberto Mascheroni) e tecnici del settore (Paola Amodeo, Piero Pasquale, Pier Andrea Conigliaro e Valerio Dazza)

 

Durante il convegno, che ha affrontato da vari punti di vista le conoscenze provenienti dalla ricerca e della pratica di campo sulla ruminazione della vacca da latte, SIVAM ha presentato l’esclusiva sintesi rappresentata dal Progetto RuminARTE™.

 

Il Progetto RuminARTE™ è stato presentato da Franco Gerevini (SIVAM) che ne ha illustrato le origini, le evoluzioni ed i possibili futuri sviluppi. In particolare è stato ricordato come il progetto sia iniziato verso la fine del 2009 quando SIVAM e Milkline hanno organizzato una serie di convegni volti ad affrontare in modo globale il problema dell’ipofertilità nella vacca da latte.

 

In occasione di questi incontri è stato presentato uno strumento unico (RuminAct™) in grado di rilevare, con elevata attendibilità, la manifestazione del calore e di fornire precise indicazioni circa il tempo utile per intervenire con l’FA. RuminAct™ è efficace ed attendibile nel rilevare i calori in quanto sfrutta in maniera peculiare le manifestazioni comportamentali del calore. E’ stato appurato che in corrispondenza del picco di calore la vacca va incontro ad un significativo calo della ruminazione. Quindi RuminAct™ oltre a rilevare in modo specifico i movimenti indotti dal calore è in grado di rilevare anche la variazione della ruminazione. Un software dedicato elabora i dati di attivometria evidenziando il calore nelle sue varie fasi, la rilevazione contemporanea del livello di ruminazione offre all’utente una ulteriore conferma. (vedi foto 1) Gli incoraggianti riscontri ottenuti hanno stimolato SIVAM ad approfondire due argomenti di fondamentale importanza per la vacca da latte: ruminazione e fertilità.

 

 

GLI SVILUPPI

 

Questi temi sono stati ampiamente trattati nel corso del convegno realizzato in occasione della fiera di Cremona del 2010. Le successive rilevazioni di campo, confortate da analoghe esperienze condotte dalla Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università Bologna e dall’Istituto di Zootecnica Facoltà di Agraria di Piacenza, hanno permesso di illustrare i risultati ottenuti in occasione del convegno di “I numeri del rumine” organizzato a margine della fiera di Cremona 2011. Durante questo importante appuntamento sono state presentate, grazie anche alla collaborazione con Milkline, le esperienze internazionali che hanno aiutato a sviluppare il progetto RuminARTE ™.

I dati illustrati hanno chiaramente evidenziato come il monitoraggio della ruminazione permetta di segnalare fenomeni che si discostano dal normale ciclo fisiologico della vacca a seguito di cause dismetaboliche o patologiche come ad esempio l’ipocalcemia puerperale, l’ingestione di un corpo estraneo e la mastite da coli . Si è quindi passati ad illustrare i risultati conseguiti nel corso di esperienze condotte sul territorio nazionale, che costituiscono significative e tangibili “conferme dal campo”.

 

RUMINARTE™ E LE SUE APPLICAZIONI

 

I primi riscontri effettuati da SIVAM presso alcuni allevamenti hanno riguardato la capacità di RuminAct™ di rilevare manifestazioni estrali in stalle ad elevata produzione. E’ il caso dell’azienda di Micheli di Pizzighettone che come evidenziato (vedi figura 1) consulta con estrema facilità i dati forniti in forma grafica da RuminAct™.

Ma le ambizioni del progetto RuminARTE ™ vanno ben oltre la sola determinazione dei calori: ad esempio presso le aziende Bassanina di Borghetto Lodigiano e Bargano, di Villanova del Sillaro (Lo), è stata messa a punto una metodologia per l’interpretazione dei dati che permette il riscontro precoce di problematiche come: ipocalcemia puerperale, chetosi zoppie , cisti ovariche. Come evidenziato dall’andamento grafico di ruminazione ed attivometria nelle foto 2, 3 e 4.

Il progetto RuminARTE ™ può essere esteso, oltre che alla fase di lattazione, anche alla fase di asciutta. E’ stato illustrato che esiste una tendenziale correlazione tra l’attività ruminativa nel periodo d’asciutta e nella prima fase di lattazione. Nella foto n° 5 si evidenzia chiaramente che una incostante ruminazione nella fase di asciutta comporta una altrettanto irregolare ruminazione nella prima fase di lattazione. Anche eventi sporadici, e difficilmente individuabili, come la dislocazione dell’abomaso nella fase di asciutta, possono essere precocemente evidenziati. Le rilevazioni consentono infine di prevedere anche, in molte circostanze, con buona approssimazione il momento del parto con un anticipo di circa 8-10 ore. Il monitoraggio in continuo dell’attività ruminale ha offerto altresì la possibilità di mettere a punto in modo più rapido ed efficace una serie di prodotti innovativi, in grado di coadiuvare efficacemente la risoluzione delle più comuni dismetabolie. Lo stesso monitoraggio ha consentito di somministrare i prodotti in modo mirato e verificarne quindi immediatamente l’efficacia (foto 6).

Il Convegno “I numeri del rumine” è stata la vetrina in cui SIVAM ha introdotto al grande pubblico il progetto RuminARTE™ che racchiude l’essenza della summa delle tecnologie ed esperienze acquisite in 80 anni di storia.

Infatti, il monitoraggio in continuo della ruminazione, la formulazione di prodotti innovativi, le nuove conoscenze acquisite da SIVAM e le conferme giunte da collaborazioni con illustri Istituti Universitari costituiscono le basi del progetto RuminARTE™. Questo progetto si applica a tutte le fasi di vita dei ruminanti e della vacca da latte in particolare. Ad esempio RuminARTE™ è ottenere una crescita armonica del vitello – manza attraverso un adeguato sviluppo del rumine sia dimensionale che funzionale. RuminARTE™ applicato all’asciutta si prefigge di stabilizzare l’attività ruminale, per consentire una rapida ripresa della ruminazione dopo il parto. Nella fase di inizio lattazione RuminARTE™ consente infine di suggerire interventi ed accorgimenti volti a mantenere e migliorare, comunque, l’efficienza del rumine, contrastando l’inevitabile deficit energetico tipico di questa fase per completare la lattazione in tutta la sua potenzialità . Il progetto RuminARTE™ è già applicato in varie aziende che sono disponibili ad illustrarne i benefici. Può essere applicato ad ogni azienda e con qualunque tipo di alimentazione

 

In conclusione con il progetto RuminARTE™, SIVAM si prefigge di essere un’azienda specializzata nello sviluppo del rumine e nel mantenimento della sua piena efficienza, offrendo alla propria clientela un servizio sempre piu’ all’avanguardia finalizzato a migliorare la redditività dell’allevamento.

 

Vai alla sezione del convegno "I numeri del rumine" e scarica le presentazioni


CONDIVIDI:

S.I.V.A.M. Societą Italiana Veterinaria Agricola Milano S.P.A. - via 25 Aprile, 4 26841 Casalpusterlengo (LO)
iscrizione camera di commercio di Lodi - R.E.A. N° LO-1087361 - P.Iva 06290050159 - sivam@pec.sivamspa.it - info@sivamspa.it